Premessa per la scelta del tipo di turbolatore - TURBOLATORI PER CALDAIE

Vai ai contenuti

Menu principale:

Premessa per la scelta del tipo di turbolatore

TURBOLATORI IN FILO > Turbolatori STANDARD, BT

       Con riferimento alle note indicate e che seguono in coda in questa finestra, scegliendo  in questo menu  potete trovare ON-LINE i  TURBOLATORI ns. STANDARD.  Per scegliere il turbolatore che può incontrare al meglio  le Vs. esigenze ,  eseguite i seguenti passi:

passo 1) : scegliere la pagina titolata con il diametro esterno (De) (vedi nota 1 e nota 2 ) desiderato .
poi

passo 2) : nella pagina così selezionata,  scorrere la pagina per trovare la finestra con il tipo di  lunghezza (vedi nota 3) e tipo di passo (vedi nota 4) preferito ("CORTO" oppure "LUNGO") per il turbolatore.
NOTA:  al momento, temporaneamente, in questo sito trovate solo quelli a passo CORTO, in quanto la parte relativa a quelli a passo LUNGO è in aggiornamento.
poi
passo 3): nella finestra d'acquisto, selezionare il tipo di turbolatore in base al valore di  Rm  di preferenza ( sono proposti diversi valori del parametro (vedi nota 5)).

Attenzione:
nel Vs. eventuale ordine dovrete indicarci se il turbolatore necessita di terminale d'aggancio (vedi nota 6).



Note:

(1): La scelta più opportuna della misura di diametro esterno del turbolatore può dipendere comunque dal tipo di caldaia/struttura del fascio tubiero e da altri fattori. Si suggerisce utilizzare turbolatori con un diametro sempre inferiore di almeno alcuni mm. rispetto ai "for el fascio tubiero in cui andranno inseriti, al fine di evitare un eventuale grippaggio del turbolatore nel foro in cui è inserito causa sporcizia, dilatazione o altro.  Buona cosa dovrebbe essere lasciare opportuno spazio anche sull'esterno. Un buon compromesso nella scelta del diametro esterno del turbolatore, consente di far funzionare lo stesso sia come buon  fattore di turbolenza sia come utile strumento di pulizia (raschia ceneri) del fascio tubiero durante le operazioni di manutenzione della caldaia.). In alcuni casi occorre provare ad utilizzare una misura e poi regolarsi meglio in un successivo acquisto (quando si debbano ri-sostituirli per l'eventuale usura) in base ai risultati ottenuti con il tipo acquistato in precedenza.
(2):
Nelle tabelle di scelta, con "De(min/max)" Si intende che la misura di diametro esterno - al ricevimento dei nostri turbolatori - può risultare  compresa tra il valore minimo e quello massimo indicati.
(3): se la lunghezza da Voi richiesta non è presente in questa pagina, potete acquistare l'articolo di lunghezza immediatamente sopra o sotto e poi tagliarlo alla misura per voi necessaria con un tronchese per acciaio di alta resistenza o con un flessibile.
(4):
- a passo "CORTO"= turbolatori con "passo dell'elica"(=distanza fra 2 (centri) spire adiacenti) ampio, indicativamente circa 4-8 volte il diametro del filo. Il passo viene da noi costruito e stabilito da noi secondo ns. standard a seconda del diametro esterno De del turbolatore.

- a passo "LUNGO"= turbolatori con "passo dell'elica" (=distanza fra 2 (centri)
spire adiacenti) molto ampio per impieghi avanzati, indicativamente circa 15-20 volte il diametro del filo. Turbolatori che consentono una elicoidalità del flusso dei fumi caratterizzata da componenti (di velocità) particolarmente alte.
(5): con Rm (valore indicativo, medio) noi indichiamo una caratteristica del turbolatore (dipendente da alcune scelte costruttive del turbolatore) dal cui valore dipende il livello di "turbolenza" poichè tiene conto della superficie occupata da una spira del turbolatore rispetto a quella del foro libero (viste in sezione).  A seconda delle scelta fatte per la costruzione dei turbolatori si ottengono turbolatori con diversi valori di Rm. In generale, ma entro opportuni limiti,  un valore di Rm più alto dovrebbe consentire una turbolenza dei fumi maggiore rispetto a quella con Rm più piccolo.
noi proponiamo 3 livelli di scelta per Rm:" L" (low, bassa), "M" (media), "H" (High, alta).
(6):  Il  terminale d'aggancio serve per appendere il turbolatore. i turbolatori di uso più comune, generalmente non debbono avere terminale d'aggancio perchè vengono generalmente usati in orizzontale. Generalmente anche quelli usati verticale non lo usano. Generalmente ill terminale d'aggiancio và richiesto solo  per alcuni tipi di caldaie che impiegano i turbolatori "appesi" o che vengono opportunamente mossi per pulire il fascio tubiero.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu